20 | 10 | 2018
Calderoli 1 - il cavaliere inesistente PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

 2012-01-05

Calderoli Zorro

  Calderoli versione Zorro, il fustigatore dei costumi

Meno male che ci sono uomini come Calderoli, novello fustigatore dei costumi, che denuncia ogni abuso e non fa sconti a nessuno, nemmeno al Presidente del Consiglio “pizzicato” con il cotechino nel piatto.

Come si è permesso Monti, il “maestrino”, di festeggiare il Capodanno nell’appartamento di servizio, a lui riservato a Palazzo Chigi, insieme alla famiglia ?

E’ una cosa inaudita: o il Professore si giustifica sul perché non ha organizzato un bunga-bunga o DIMISSIONI SUBITO (tanto chi se ne frega dell’Italia, la Padania innanzi tutto!)

L'interrogazione di Zorro/ Calderoli

La risposta del Professore 

DOMANDA: caro fustigatore ma dove eri quando qualcuno faceva scempio delle Istituzioni e il Parlamento approvava leggi ad-personam e salvava dalle indagini della Magistratura non pochi parlamentari inquisiti?
Diciamoci la verità: ora che siete all'opposizione state alzando la voce per cercare di recuperare i consensi perduti dei vostri elettori delusi da una politica che non ha portato risultati ma che in compenso ha sostenuto cose insostenibili a cominciare da quel signore che apostrofavate BERLUSCAZ, MAFIOSO, PIDUISTA e con il quale Bossi aveva giurato di non trattare più.

Chi sa se e quando i vostri elettori capiranno che state prendendoli per i fondelli e che la politica romana è ladrona fino a quando non se ne fa parte.

Leggi tutto...
 
Condoglianze alla Lega PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

2012-01-02

 

Marnetto

Volevo protestare per gli insulti che Bossi ha rivolto al Presidente Napolitano.

Ma poi ha prevalso la pena per un uomo sempre meno lucido, incontinente e in avanzato declino.

Di fronte a questo malinconico crepuscolo politico. vi invio le mie condoglianze.
 
 
Massimo Marnetto
Libertà e Giustizia di Roma


 
evviva il grana padano PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

2011-11-25

 Gianluca Buonammo

GRAZIE ALL'ON. BUONANNO, SCIOLTO OGNI DUBBIO SULL'ESISTENZA DELLA PADANIA

 Scivoliamo sempre più in basso, dal ridicolo al ridicolissimo, peccato che stiamo parlando di una tragedia.

( l caratteri del titolo sono in viola per lutto: è morta una volta di più l'intelligenza).

Durante una esilerante puntata della  trasmissione "La Zanzara" su Radio 24, (ascoltare per credere) l'On. Gianluca Buonanno, con un sillogismo straodinario ha dichiarato che la padania esiste perchè c'è il grana padano. (come la Basilicata esiste perchè c'è il basilico, la Spagna perchè c'è il Pan di Spagna, ecc. ecc. - Speriamo che non ci sia in giro un personaggio "in cerca d'autore" e di "una parte in commedia", come il Bossi degli inizi, che, prendendo la palla al balzo, si inventi la reggiania, fondi la lega  reggiana basando il tutto sull'esistenza del parmiggiano reggiano che, a quanto dicono in molti, sarebbe anche superiore al grana).

Li per li, ascoltando la trasmissione e le assurdità che il Buonanno andava sciorinando, ho pensato, l'Onorevole ha trovato il modo per fare una bella pubblicità gratuita al grana padano ma, dopo qualche momento mi sono reso conto che no, era un ragionamento che faceva seriamente, convinto. La pubblicità al formaggio c'era ma era un sottoprodotto non voluto.

Ma è un'altra la cosa che l'esimio onorevole della lega ha detto a sproposito:  Senza la Padania l’Italia sarebbe già in Africa.

Leggi tutto...
 
Governo Monti e riforma della politica PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

 2011-11-21
 Scalvenzi
 L'IMPOLITICO
 
di Lanfranco Scalvenzi
 
 
Si è detto che il governo Monti non è un governo politico con una esclusiva caratura tecnica, perchè è sostenuto da una maggioranza parlamentare controllata dai partiti. Una maggioranza larghissima che rifiuta di chiamarsi tale e che converge su un punto: salvare l'Italia dal default e attraverso questa via, rafforzare l'area euro o, meglio l'Europa. E' significativo infatti che, dopo la sua nomina, Monti è stato invitato ad un vertice con la Merkel e Sarkozy e lo stesso Sarkozy ha dichiarato che “mai più senza l'Italia”. L'Italia infatti è Paese fondatore dell'Europa ed è la seconda potenza industriale nell'area euro. Se bisogna rilanciare l'Europa come soggetto istituzionale e politico in grado di governare l'area euro, l'Italia di Monti è indispensabile. Il governo Monti quindi è un tutt'uno che tratta con i partiti della maggioranza che lo sostiene, a geometria variabile a seconda dei provvedimenti. E' stato detto che la democrazia è stata messa in mora. Bisogna specificare che è stata messa in mora invece la cosiddetta costituzione materiale che si era affermata in questi ultimi 17 anni di seconda repubblica, secondo la quale il presidente del consiglio, quindi il governo, veniva eletto direttamente dal popolo, perchè il nome del presidente designato era inserito nel simbolo dell'alleanza berlusconiana.
Leggi tutto...
 
Passaggio di consegne PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

2011-11-16

La campanella è nelle mani di MontiMonti alla cerimonia della campanella

 Con la "cerimonia della campanella" Berlusconi ha passato le consegne al presidente del consiglio "ENTRANTE", Prof. Mario Monti.

 Quanto è bella questa parola "ENTRANTE". Suona bene e significa che l'altro era "USCENTE". Capite ? USCENTE. Speriamo per sempre.

 

Ora però cominciano le dolenti note. Si, perchè la situazione è grave e il nuovo Governo dovrà necessariamente fare scelte complesse, dolorose, difficili.

Gli occhi di tutti sono puntati ora sul Professor Monti e sulla maggioranza che lo appoggia, una maggioranza strana che, per non usare termini negativi, potremmo definire di salute pubblica.

Le speranze e le paure su quello che potrà avvenire si intrecciano con le domande su quanto potrà durare questo Governo e se la maggioranza di salute pubblica che lo sostiene, ma anche le forze sociali (Confindustria e Sindacati) lo faranno lavorare.

Certamente Monti ed i suoi ministri non hanno la bacchetta magica e per quanto possano impegnarsi non riusciranno ad inventare soluzioni miracolose per risolvere la crisi che ci attanaglia che potrà essere superata solo con le vecchie ricette: tagli e sacrifici. Si spera equi.

Preoccupa l’atteggiamento critico di alcuni partiti che sembrano più interessati a sfruttare a loro vantaggio la situazione che agli interessi dell’Italia.

Comunque l’importante è fare presto, agire con rapidità, per rimettere in navigazione la nave Italia che ormai da troppo tempo è ferma.

 Questo credo sia un imperativo categorico. RIPARTIRE. Solo se la nave Italia riprende il mare, si rimette in navigazione ci sono speranze di rinascita. La campanella

 Bisogna ricordarsi che il meglio uccide il bene e che appunto l’importante è che la nave rincominci a navigare per dare un segnale a tutti noi, all’Europa e al mondo.

 Se qualcuno si metterà di traverso, se si vorrà sapere esattamente il perchè ed il percome di ogni scelta e quali saranno le conseguenze previste di ogni decisione prima di dare il proprio consenso, ci impanteneremo ancora di più.

 
Cicchitto e il nuovo Governo PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

2011-11-15

 

Monti e gli asini 3

 



 

 
Esserci senza esserci PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

Foto Marnetto2011-11-15

E' questa la complicata formula che tutti i partiti stanno cercando per far nascere il  governo, ma senza pagare la perdita di consenso, che temono di subire per le dure scelte che Monti dovrà adottare .

Il dubbio delle forze politiche, infatti, è se noi italiani abbiamo abbastanza consapevolezza della crisi per accettare i sacrifici necessari per uscirne (ICI, pensioni, ecc.), senza poi vendicarci su di loro alle prossime elezioni.

E se abbiamo abbastanza senso  del "bene comune" per fare un gioco di squadra basato su impegno e lealtà, dopo un doppio ventennio (Craxi + Berlusconi) che ha esaltato  furbizia e disprezzo delle regole.                                                 Massimo Marnetto

Passare dalla richiesta di favori per pochi a soluzioni eque per tutti è la grande occasione di crescita civile di noi elettori.
Se cambiamo noi, cambia la politica. E finalmente  l'Italia.

Faccina              Faccina                Faccina                         
 
L'amico Massimo ha ragione: i partiti sono impegnati a capire come possano ricavare vantaggi senza essere penalizzati dalla situazione che stiamo vivendo.
Il punto è se conviene loro sostenere il governo che sta per nascere e fino a che punto. Se si devono posizionare vicini o lontani.
 
Intanto la nave Italia sbanda e rischia di arenarsi, se non di affondare. Non hanno ancora capito che il Governo Monti farebbe quel lavoro "sporco" ma indispensabile che loro non sono stati capaci di fare perchè sono politici attacati alla poltrona e non STATISTI.

In mezzo a questa situazione ci sembra che almeno una luce si veda e lo vogliamo dire pubblicamente:

GRAZIE BERSANI. ANDANDO SUBITO ALLE ELEZIONI AVRESTI POTUTO VINCERLE.

MA AVRESTI GOVERNATO SULLE MACERIE DELL'ITALIA. LA TUA E' UNA POSIZIONE DA STATISTA.

TANTI CITTADINI SE NE STANNO ACCCORGENDO. E SE NE RICORDERANNO.


 

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 7 di 14
Ti interessa la rubrica che stai visualizzando ora?
feed-image Sottoscrivi il feed
Ulti Clocks content
Petizioni Grecia
ITALIA150
ItaliaUnita150
150° UNITA': FINE CELEBRAZIONI
Benigni - Esegesi dell'Inno di Mameli
Benigni canta l'Inno di Mameli
150 anni di diritti
J.F. Kennedy - Discorso per i 100 anni dell'Unita d'Italia
150 anni: voglia di Unità, ma perché ? e su ché ?
Lettere di condannati a morte della Resistenza
Consigli Solidali